La Luce di fuoco viene nel mondo

1. Cristo Luce del mondo

Cristo è la luce del mondo (Gv 1,1-5). Nuovamente la Luce è venuta nel mondo ma il mondo non l’ha accolta (Gv 1,11).

Chi l’ha accolta e l’accoglie con fede cammina ogni giorno nella Luce e mai soccomberà (Gv 11,9). Chi vuole rimanere nella Luce segue la Via, annullando il proprio “io” per far dimorare nel Cuore Dio (1Gv 1,5). Chi vuole rimanere nella Luce ascolta la Verità degli insegnamenti di Gesù e li mette in pratica, per essere finalmente libero (Gv 8,32). Chi vuole rimanere nella Luce, si sforza (Lc 16,16) di conquistare la Vita eterna (Gv 12,25), allontanando il peccato e tutto ciò che conduce alla morte dell’anima, del cuore e dello spirito (1Gv 2,8-10).

Cristo è la Luce del mondo, che squarcia le tenebre e vince la morte. Cristo è la Via, la Verità e la Vita (Gv 14,6). Chi crede in Lui non morrà ma vivrà (Gv 3,16). Chi crede in Cristo Luce diverrà luce per gli altri e dimorerà nella Sua Casa.

 2. La Nuova Gerusalemme Casa della Luce

La Nuova Gerusalemme è “la” Casa di Dio tra gli uomini (Ap 21,3): Casa di Vita e Casa di Luce, che brillerà e sempre più si manifesterà (Is 60,1), per potenza, per giustizia e per amore, quell’Amore fatto Persona (Gv 1,14) che fa riscoprire a tanti la gioia di essere tutti fratelli e figli (Gv 1,12) dell’unigenito Figlio di Dio, il Verbo fatto carne, che nella Terra d’Amore nuovamente è sceso per stabilire il Suo Regno e la Sua dimora.

Nella Nuova Gerusalemme, dimora metafisica di Dio (Ap 21,2), tutti coloro che si adopereranno per conoscere la Luce (Ap 21,23) potranno riconoscere sé stessi nel Figlio, nel Fratello e nell’Amico, che è Cristo Signore (2Cor 4,6).

Nella Nuova Gerusalemme il Padre vigila sui Suoi figli, accoglie ogni sacrificio, effonde il Suo Amore ed estende la Sua grazia e la Sua ombra su quanti lo temono (Lc 1,49-50). Su quanti non lo temono, su quanti vivono il mondo fuggendo la Luce per nascondersi nel buio delle tenebre e tramare ciò che è male agli occhi del Signore, il Padre stenderà la Sua mano (Lc 1,51).

3. La Luce di fuoco viene nel mondo

Una Luce di fuoco viene nel mondo (Is 10,17-23). Coloro che la vedranno e chineranno il capo saranno salvati; coloro che, vedendola, la irrideranno saranno consumati dalla Fiamma che arde nel Cuore del Padre (Gv 3,36).

Nel tempo vivo e santo di Dio, che il mondo non ha compreso e non vuole comprendere, la volontà del Padre si compirà. I figli del Padre avvertiranno nel cuore ogni singolo istante di questo tempo, che porterà pace alla Casa dei figli di Dio, letizia e santità nel cuore del Piccolo Resto d’Israele (Ger 31,7), popolo eletto di Dio (Is 43,20).

La Croce di fuoco separerà le pecore dai capri (Mt 25,32-33) per dare conforto a chi tanto ha subito e tanto invoca l’intervento divino. Il mondo sarà sottomesso dall’Onnipotenza del Padre (Ef 1,22): un’Onnipotenza viva, santa e veritiera che non dilata il tempo, perché il tempo è stato accorciato. Quel tempo di cui tanti hanno parlato ma che nessuno ha mai compreso (Ap 1,3), se non chi animato dall’Amore del Figlio di Dio.

Nella Terra d’Amore Dio Uno e Trino ha depositato la chiave (Ap 3,7) della comprensione vera ed autentica del Progetto di salvezza voluto dal Padre, affidato al Figlio per il trionfo del Cuore Immacolato della Madre (Ap 7,10). La Nuova Gerusalemme vince. Mai i figli di Dio saranno sottomessi dai figli delle tenebre. Dio vince e la Sua volontà si compie per condurre i Suoi figli alla vittoria (1Gv 5,4-5), una, santa e universale. 

25 dicembre 2020
Festa Solenne del Natale
di Cristo Gesù

Il Pontefice
Samuele